AVVOCATI
NOTAI
COMMERCIALISTI
CONSULENTI DEL LAVORO
MEDICI LEGALI
CONCORSI ED ESAMI
STUDIOSI DEL DIRITTO
Contatti
Agenzia

ricerca avanzata             
 

Scopri come verificare il rischio di antiriciclaggio nella gestione delle pratiche legali

Che cos’è Cliens Antiriciclaggio?
Il tool Antiriciclaggio aiuta l’avvocato ad adempiere agli obblighi, previsti dalla normativa, di valutazione del rischio e di conservazione di documenti, dati e informazioni.

Le risposte fornite al questionario predisposto dal tool consentono la redazione automatica e personalizzata della Scheda di valutazione del rischio.


L’Avvocato deve applicare le disposizioni della normativa Antiriciclaggio quando:

  • compie qualsiasi operazione di natura finanziaria o immobiliare;
  • assiste i propri clienti nella predisposizione o nella realizzazione di operazioni riguardanti:
    1. il trasferimento a qualsiasi titolo di diritti reali su beni immobili o attività economiche;
    2. la gestione di denaro, strumenti finanziari o altri beni;
    3. l\'apertura o la gestione di conti bancari, libretti di deposito e conti di titoli;
    4. l\'organizzazione degli apporti necessari alla costituzione, alla gestione o all\'amministrazione di società;
    5. la costituzione, la gestione o l\'amministrazione di società, enti, trust o soggetti giuridici analoghi.


Il Professionista applica misure rafforzate di adeguata verifica della clientela principalmente:

  • in presenza di un elevato rischio di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo;
  • in caso di clienti residenti in Paesi terzi ad alto rischio individuati dalla Commissione europea;
  • in caso di rapporti di corrispondenza transfrontalieri con un ente creditizio o istituto finanziario corrispondente di un Paese terzo;
  • in caso di rapporti continuativi, prestazioni professionali o operazioni con clienti e relativi titolari effettivi che siano persone politicamente esposte;
  • nei in casi di operazioni caratterizzate da importi insolitamente elevati ovvero in cui sussistano dubbi circa le finalità di cui le medesime sono, in concreto, preordinate;
  • in presenza di determinati fattori di rischio relativi ai clienti, relativi a prodotti, servizi, operazioni o canali di distribuzione, oppure relativi a determinati fattori di rischio geografici.


Ai fini della normativa Antiriciclaggio, l’operazione è l’attività consistente nella movimentazione, nel trasferimento o nella trasmissione di mezzi di pagamento o nel compimento di atti negoziali a contenuto patrimoniale; costituisce operazione anche la stipulazione di un atto negoziale, a contenuto patrimoniale, rientrante nell’esercizio dell’attività professionale o commerciale.


L’analisi e la valutazione del rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo da parte del Professionista consistono nella compilazione di una sorta di “scheda di valutazione” redatta, in formato cartaceo do elettronico, sulla base di fattori di rischio associati alla tipologia di clientela, all’area geografica di operatività, ai canali distributivi e ai prodotti e i servizi offerti. Tale analisi e valutazione deve essere documentata per dimostrare l’assolvimento degli obblighi giuridici di adeguata verifica della clientela. Questa “scheda valutativa” viene, in particolare, stesa attraverso: a) i principi contenuti nella normativa Antiriciclaggio; b) gli indicatori di anomalia contenuti nel DM 16 aprile 2010; c) gli schemi di anomalia predisposti dall’UIF in relazione a diverse fattispecie; d) le regole tecniche emanate dal Consiglio Nazionale Forense.


In presenza di una operazione sospetta, il Professionista deve procedere con la segnalazione: essa non è una facoltà, bensì un obbligo di legge. La segnalazione non è una denuncia e non costituisce, di conseguenza, una violazione del segreto professionale o di alcuna altra norma deontologica. Il Professionista (unitamente ai suoi collaboratori e dipendenti) non incorre, pertanto, in alcuna responsabilità di alcun tipo e non deve, tassativamente, informare il cliente della segnalazione fatta o «dell’invio di ulteriori informazioni richieste dalla UIF o dell’esistenza ovvero della probabilità di indagini o approfondimenti in materia di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo».

Tutorial
Tutorial
Tutorial
Tutorial
×

Chi ha acquistato questo articolo ha comprato anche

Cliens Privacy DPO e consulenti

Programma, gestisci e monitora tutti gli adempimenti derivanti dall’applicazione della normativa sul data protection. A disposizione di un set di modelli, check list, linee guida, realizzati da LT 42 un team di esperti DPO certificati

Cliens Privacy Studio Legale

Cliens Privacy Studio Legale è lo strumento semplice e sicuro per verificare il livello di adeguamento del tuo Studio Legale alla normativa europea in materia di Privacy (GDPR)

Pierangelo Galantino S.A.S.
Viale Bruno Buozzi, 59 - 61121 Pesaro (PU) - P.IVA 02677400414
agenzia@giuffre.pesarourbino.it - 0721 67766 - 392.9319993